lunedì 31 agosto 2015

Hugo van der Goes agli Uffizi


Hugo van der Goes (Gand, circa 1440 – Au­der­ghem, 1482)
Ado­ra­zione dei pa­stori alla pre­senza dei santi Tom­maso, An­to­nio Abate, Mar­ghe­rita e Mad­da­lena che pre­sen­tano la fa­mi­glia di Tom­maso Por­ti­nari (Trit­tico Por­ti­nari), 1477–1478, par­ti­co­lare, Fi­renze, Gal­le­ria de­gli Uf­fizi, olio su ta­vola, 253x586 cm.
Portinari, Tommaso. - Banchiere fiorentino (sec. 15º); stabilitosi in Fiandra, divenne il banchiere di Carlo il Temerario e poi dell'imperatore Massimiliano; fu uno dei grandi rettori delle filiali dei Medici a Bruges (intorno al 1455) e a Londra. Nel 1480 fu ambasciatore alla corte di Spagna. Commissionò a H. van der Goes il trittico conservato agli Uffizi (1476-78). (Treccani.it)
Tommaso Portinari e la moglie figurano nei due pannelli laterali del trittico. Sono inginocchiati. 











Il trit­tico ri­cor­dato da Va­sari come di “Hugo da An­versa”, venne rea­liz­zato nelle Fian­dre (pro­ba­bil­mente a Bru­ges) su com­mis­sione di Tom­maso Por­ti­nari e da lì in­viato via mare a Fi­renze dove giunse il 28 mag­gio 1483.