sabato 10 ottobre 2015

Inservibile Severino, perduto tra il tutto e il nulla

Alfonso Berardinelli 
Contro Severino, l’iperfilosofo
Il Foglio, 10 ottobre 2015
a proposito di Emanuele Severino, In viaggio con Leopardi. La partita sul destino dell'uomo, Rizzoli, Milano 2015




Mi ero distratto, avevo dimenticato per un momento (durato un paio d'anni) di occuparmi di Emanuele Severino, il nostro più tipico e puro iperfilosofo, specializzato nella pretesa di superare ogni altro filosofo dell'intera tradizione occidentale. Dall'alto podio delle edizioni Adelphi, Severino  perseguita da quarant’anni i lettori italiani con la favola antica dell’Essere e del Divenire. Dopo aver distinto nettamente questi due verbi, Severino ha aggiunto, in una cinquantina di libri, che l'essere non è il divenire perché il divenire non è l'essere. Chi crede il contrario e azzarda anche momentanee e parziali concomitanze fra i due verbi, cade secondo lui nella Follia dell'occidente, cioè è un pazzo.    Due verbi come quelli, trasformati in realtà metafisica, offrono materia per un eterno conflitto metafisico, di cui Severino è il massimo specialista e arbitro. Mi fermo qui, perché dopo poche righe ne ho già abbastanza. Severino invece non si sazia mai di giocare la stessa partita a esito garantito, perché in conclusione lui vince sempre, con l'essere che è la sola realtà, mentre il divenire è tutto una bugia.
...
L'iperfilosofo, per non farsi mancare materia filosofica, non ha voluto capire che dire "nulla" è solo un modo di dire. Indica l'entrare o l'uscire di qualcuno dall'orizzonte della nostra esperienza. E' questo che ci fa gioire o piangere. Fosse anche che qualcuno va in paradiso o all'inferno, per noi non c'è più. Il nulla non c'entra niente.
Arrivati al capitolo conclusivo, per chi non l'avesse già previsto, Severino viene allo scoperto. Smette di fare inchini al pensiero culminante di Leopardi e con un colpo solo gli strappa il culmine. Se Leopardi aveva superato tutta la tradizione occidentale, chi supera Leopardi supera tutto e tutti.
...

http://www.huffingtonpost.it/corrado-ocone/per-severino-si-scrive-giustizia-ma-si-legge-necessita_b_8122440.html